Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

Metti un link a Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi estivi: Tunisia,
Marocco, Barcellona

Camper e Giramondo

Agenzia di Viaggi
e Tour Operator
Lic. 5162 Prov. Roma

I nostri viaggi

Richiesta informazioni

Mappa del sito
Tunisia Capodanno
Marocco Capodanno
Barcellona Capodanno

Viaggi e raduni conclusi

L'azienda
Contattaci
Camperisti e Viaggiatori
Diari di viaggio
La bacheca
Viaggi fai da te
Viaggiare assicurati
Visti consolari
Sagre e fiere
Il camperista
Affitto camper
Cucinare in viaggio
L'angolo dei camperisti
Link utili

Chi siamo

Camper e Giramondo s.r.l.

P. IVA e cod. fisc.
08390001009

Metti un link a

Camper e Giramondo

 


Validità del passaporto e norme sulla tassa di concessione governativa

Riepiloghiamo alcune norme sui passaporti. Per le procedure ed i moduli per il rilascio o il rinnovo si veda il sito della Polizia di Stato

In questa pagina:
Periodo di validità del passaporto - Tassa concessione governativa - Paesi che necessitano di passaporto - Figli minori

Validità
Il passaporto viene rilasciato in una certa data e da quella decorrono 10 anni esatti di validità. Nel caso di minori la validità è di 3 o 5 anni (vedi sotto). Fino a poco tempo fa i passaporti avevano 5 anni di validità ma potevano essere rinnovati per altri 5 anni. Il procedimento corretto in quel caso era che la validità era prorogata per 5 anni dalla data di scadenza, ma in alcuni casi veniva prorogata per 5 anni dalla data di concessione della proroga. Ad esempio un passaporto rilasciato il 13/06/2001 aveva scadenza 12/06/2006, ma se veniva prorogato il primo maggio del 2006 poteva avere nuova data di scadenza 30/04/2011 ma anche 12/06/2011. Se la proroga era fatta dopo la scadenza comunque la validità era fino al 12/06/2011. Comunque sul passaporto sono riportate chiaramente le date di rilascio di scadenza e di scadenza dopo la proroga.
Il passaporto deve essere valido per tutto il periodo di viaggio all'estero, quindi non basta sia valido per partire, ma deve essere valido fino al ritorno. Molti paesi inoltre chiedono una validità di 3-6 mesi oltre il ritorno previsto, per evitare problemi nel caso di cause di forza maggiore che ritardino il rientro.
Alcuni paesi richiedono un numero minimo di pagine vuote (2 o 3) per avere comunque spazio per apporre timbri.
Tecnicamente inoltre il passaporto non è valido se il titolare non ha apposto la sua firma nell'apposito spazio. Qualcuno non la mette  per evitare che in caso di furto il ladro possa anche imitare la firma, ma legalmente è obbligatorio apporre la firma. D'altra parte se la firma la mette il ladro, facilmente la può ripetere.
Ora (set 2014) nei nuovi passaporti viene comunque inclusa la firma digitale (esclusi minori di 12 anni ed analfabeti certificati), e le impronte digitali (a partire da 12 anni).
Attenzione: la validità del passaporto può essere contestata se la foto non corrisponde alla persona. E' compito del titolare del passaporto fare in modo che la foto sia attuale, quindi ad esempio nel caso di barba tagliata o cresciuta bisogna preoccuparsi di rifare il passaporto se si vuole evitare la possibilità di spiacevoli inconvenienti. Il rinnovo del passaporto non implica un controllo sull'attualità della foto. Attenzione anche a passaporti molto sgualciti, che potrebbero essere rifiutati. Recentemente il Sudafrica sta applicando con pignoleria questa norma e tutte le persone con passaporto sgualcito vengono rimpatriate con il volo successivo(!).
 

Marca da passaporto (tassa di concessione governativa)

Dal 24 giugno 2014 una nuova normativa ha abolito la la tassa di concessione governativa, quindi sia i nuovi passaporti, che tutti quelli esistenti, non hanno più bisogno di marca neanche al di fuori dell'Europa.

Per ottenere il rilascio di un nuovo passaporto ora si paga il costo del libretto (sempre di 48 pagine) pari ad euro 42,50 + un contributo amministrativo di euro 73,50. Una volta ottenuto il nuovo passaporto non sarà più necessario aggiungere marche per tutta la durata del passaporto (10 anni).

Necessità del passaporto:
L'accordo di Schengen ha abolito le frontiere all'interno dell'Europa, prima per i 13 stati membri (Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia,Germania, Grecia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia) e poi dal dicembre 2007 anche per altri 9 stati (Estonia, Lituania, Lettonia, Malta, Polonia, Repubblica ceca, Slovacchia, Slovenia e Ungheria), inoltre aderiscono anche due stati che non sono nell'unione (Norvegia ed Islanda) portando a 24 le nazioni che hanno aderito. Invece Gran Bretagna ed Irlanda restano fuori dall'accordo pur essendo nell'unione europea. La Svizzera sta aderendo.
Questo non vuol dire che si può andare in giro senza documento, sia esso la carta di identità, la patente o il passaporto.
Vi sono inoltre una serie di convenzioni, con nazioni extraeuropee, che permettono l'espatrio senza passaporto ma con altro tipo di documenti. Bisogna però verificare caso per caso tale possibilità che spesso è legata a svariati fattori. Ad esempio per la Tunisia è possibile l'ingresso con la sola carta di identità valida per l'espatrio, ma solo nel caso di turista che ha prenotato almeno una settimana di hotel ed altri servizi. Quindi funziona solo per i pacchetti e per le crociere.
In altri casi i tour operator fanno entrare gruppi di turisti con visti collettivi e documenti appositi, permettendo al singolo di avere solo la carta di identità.
Riguardo alla carta di identità si ricorda che quella valida per l'espatrio non ha il timbro "Non valida per l'espatrio". Inoltre le carte con validità quinquennale che vengono rinnovate con un timbro sull'ultima pagina non vengono riconosciute da molti paesi esteri. Vi possono anche essere problemi con i rinnovi fatti tramite certificato del comune. Le nuove carte di identità a tesserino, di durata decennale, invece sono riconosciute.
Alcune nazioni naturalmente oltre al passaporto richiedono anche un visto, ed in alcuni casi il timbro bilingue (ad es. Libia).

Minori:
Dal 25 novembre 2009 i minori devono avere un proprio passaporto, sempre munito di foto. Il passaporto di minori ha una validità limitata, per assicurare che la foto sia attuale. Per minori da 0 a 3 anni il passaporto è valido 3 anni, per minori da 3 a 18 anni la validità è di 5 anni. A partire da 12 anni viene anche registrata l'impronta digitale.
Fino al 26 giugno 2012 i passaporti con i minori già iscritti prima di quella data restano validi, così come la data di scadenza dei passaporti rilasciati precedentemente ai minori. Bisogna però ricordare che tali passaporti sono validi solo per minori di 16 anni e se manca la foto solo per minori di 10 anni. Dopo il 26 giugno 2012 ognuno deve avere il suo passporto.
Restano valide anche le norme sui passaporti collettivi e sui lasciapassare per minori.

Nota: non ci assumiamo responsabilità per il contenuto di questa pagina che è stata aggiornata nell'aprile 2010. Verificate sui siti istituzionali ( Polizia di Stato) le norme e le regole.

Il nostro consiglio per visti e documenti che necessitano a chi viaggia: Agenzia Gaia e-mail: info@agenziagaiasas.it tel. 06-8180090.


Camper e Giramondo Home Page: www.camperisti.it

In questo sito trovi
tra l'altro:
- I viaggi di Camper
e Giramondo

- Sigle nazionali
e internazionali
- Calendario
internazionale

- Codice fiscale
e omocodici

- Guida del viaggiatore
- Guida del camperista
- Bacheca (annunci)
- Sagre e fiere
- Diari di viaggio